Menu sport


MONTONE-PIEVESE 1-0 

MONTONE: Tassi 8, Mencagli 6, Campagni 6, Gaggiotti 6 (30’ st Cantalamessa 6), Alex Borgo 7, Ricci 6 (11’ st Basri 6), Carini 6,5, Grilli 6, Farruku 6, Mariotti 6, Ceppodomo 7 (47’ st Colley sv). A disp.: Scarscelli, Fiorucci, Pinzaglia, Consorte). All.: Borgo 7.
PIEVESE: Massarelli 6, Bonomini 6, Pastonchi 6, Vitali 6, Canuti 6, Polpetta 6, Mercanti 5,5 (19’ st Saravalle 6), Giorgini 5.5, Pimponi 5,5, Cacciamano 5,5, Dongarrà 6,5. A disp.: Villani, Parretti, Tiribocchi, Montagnolo, Broccolini, Chiappini). All.: Abenante 6.
ARBITRO: Dini di Città di Castello 7 (Granci e Mattoni di Città di Castello)
MARCATORE: 7’ pt Ceppodomo
NOTE: Espulsi al 16’ st Pastorelli e al 46’ st Canuti della Pievese entrambi per fallo da ultimo uomo. Al 21’ st e al 40’ st il portiere del Montone Tassi para i rigori calciati da Cacciamano.

MONTONE – Vince e convince il Montone che supera la Pievese, aggancia in classifica il Casa del Diavolo e si consolida in alta quota.

Da ieri sera si può parlare tranquillamente di play-off considerando che la squadra di Borgo si trova in seconda posizione, ha messo in fila la quarta vittoria consecutiva e il suo quattordicesimo punto nelle ultime 6 partite.

Decisiva la rete di Ceppodomo al 7’, con l’attaccante abile a battere l’estremo ospite Massarelli con un perfetto diagonale da destra verso sinistra.

Ma la palma del migliore in campo spetta di diritto al portiere del Montone Nicola Tassi, che è riuscito a neutralizzare due calci di rigore entrambi calciati dal capocannoniere del campionato Cacciamano.

Dopo il vantaggio il Montone ha rischiato la rete del pareggio: al 9’ Tassi era miracoloso sul diagonale ravvicinato di Cacciamano e tutto si ripeteva al 13’, con Tassi e Cacciamano ancora protagonisti.

Al 40’ calcio di punizione chirurgico di Dongarrà, Tassi era abile a volare all’angolino sinistro per disinnescare la mina.

Ripresa: al quarto d’ora la Pievese rimaneva in dieci (espulso Pastorelli che fermava Farruku in volo verso la porta).

Al 20’ Mariotti agganciava Cacciamano in area, il rigore lo calciava lo stesso attaccante e Tassi volava alla sua sinistra a deviare la palla.

Al 25’ sventola del neo-entrato Basri, stavolta il miracolo lo compiva Massarelli, strepitoso nel colpo di reni.

Lo stesso estremo difensore si ripeteva 10 minuti dopo su tiro  ravvicinato di Ceppodomo.

Quindi, al 40’, la concessione del secondo calcio di rigore per fallo di Cantalamessa su Saravalle: Cacciamano calciava nello stesso angolo, Tassi respingeva ancora.

La Pievese nel finale rimaneva anche in 9 per l’espulsione di Canuti che fermava irregolarmente Ceppodomo come ultimo uomo.

La Redazione



Commenti


Informazioni

Email redazione: info@altoteveresport.it

Spoletosport

Folignosport