Menu sport


Calzolaro – Virtus Sangiustino    3-0

Calzolaro: Fontanelli, Colcelli, Simoni, Calderini, Meoni, Bruschi, Atif (43st Pellegrino), Fanucci, Milanesi (23st Caterbi), Ligi, Tavernelli (40st Volpi). A Disp: Tizzi, Innocentini. All: Grancu Gregory
Virtus Sangiustino: Fiorucci, Matteaggi L, Pantani (7st Ruggeri Da), Tomassini, Tori, Lazzerini, Cignarini, Agri (23st Poggini), Gennari, Belloni, Sanchez (16st Cerboni). A Disp: Sarti, Zerbini, Del Bene, Brondoli. All: Andrea Procelli
Arbitro: Piotr Miroslaw Zimoch di GU
Reti: 6st Milanesi, 31st Caterbi, 38st Tavernelli
Note: Spettatori 100 circa, Recupero pt 0 – st 2, Angoli 2-3, Espulso 24st Lazzerini (VS) per doppia ammonizione, Ammoniti Calderini (C), Matteaggi L, Tori, Cignarini (VS)
Calzolaro – Scherzo di Carnevale del Calzolaro ai danni di una Virtus Sangiustino, spenta e distratta. Onore alla squadra di Granci che nel primo tempo ha messo con le spalle al muro la formazione dell’ex Procelli, poi nella ripresa la Virtus sembrava essere rientrata meglio in campo ma al primo affondo il Calzolaro passa in vantaggio e i giallo-rossi sono andati in confusione e ed il nervosismo ha preso il sopravvento e alla fine i locali hanno meritato in pieno questo successo. Il Calzolaro sembra carico a mille e comincia subito un gran pressing e molto dinamismo e già dopo 6 minuti può passare in vantaggio: punizione di Atif, Calderini di testa mette alto sopra la traversa. Passano pochi minuti e Atif prova il cross dalla destra e la palla impatta con il braccio di Tori e per l’arbitro è calcio di rigore, sul dischetto si presenta Tavernelli, ma Fiorucci è bravo e respinge sulla sua destra, con Atif che poi spara a lato da posizione defilata. La Virtus sventato il pericolo cerca di gettarsi in avanti, ma non riesce a trovare troppi sbocchi fino a quando in area Sanchez, cerca spazio sul fondo, ma viene atterrato ingenuamente da Ligi ed il direttore di gara concede il secondo rigore della giornata e questa volta sul dischetto si presenta Gennari che sbaglia clamorosamente la conclusione che viene ribattuta da Fontanelli. Il finale di tempo ci regala ancora emozioni con Tavernelli che raccoglie un traversone dalla sinistra ma conclude sulla parte superiore della traversa. La ripresa comincia con una Virtus più brillante, ma dicevamo al primo affondo il Calzolaro passa in vantaggio; incursione perfetta di Fanucci dalla sinistra, cross perfetto e Milanesi al volo batte Fiorucci. Mister Procelli cambia subito qualcosa ma non raccoglie i frutti sperati anche se Cignarini pesca bene in area Gennari, stop sbagliato che permette a Fontanelli di chiudere spazio per la conclusione e l’azione sfuma. Ancora cambi, ma la Virtus è nervosa e perde anche Lazzerini per doppia ammonizione in dieci minuti. Alla mezz’ora Ruggeri compie un ingenuo fallo di mano al limite dell’area di rigore, Caterbi (entrato al posto di Milanesi) infila il set alla destra di Fiorucci. La Virtus è in balia dell’avversario anche se con Belloni sfiora il gol ma dopo un bel controllo viene rimontato da Calderini e quando conclude Fontanelli gli ha chiuso lo specchio. Al capitano qualche istante prima veniva annullato un gol per fuorigioco. Quindi la gara si chiude definitivamente quando in contropiede Tavernelli da sinistra conclude in diagonale per realizzare il terzo gol, con Tomassini che cerca di fermare il pallone che carambola in rete. I nervi saltano e a farne le spese sono Grancy e il dirigente della Virtus Bellucci per concludere una gara con il colpo di testa di Belloni tra le braccia di Fontanelli. Onoreal merito alla squadra del presidente Giulio Zamponi, che ha meritato a pieno questo successo. La Virtus si lecca le ferita e con questa sconfitta potrebbe dire addio al sogno di vittoria del campionato.

di Stefano Poggini



Commenti


Informazioni

Email redazione: info@altoteveresport.it

Spoletosport

Folignosport